SHARE

Le tendenze per l’Autunno-Inverno 2017/18

Guarda al futuro ma anche al passato, la moda per l’autunno-inverno 2017/2018. Le collezioni presentate a febbraio nell’ambito della Fashion Week di Milano avevano preannunciato che le tendenze della stagione sarebbero state lo specchio della società moderna, e così, in effetti, è stato. Una società suddivisa in due fazioni: una conservatrice, che volge lo sguardo indietro, e una progressista, che guarda sempre e solo avanti. Perché se è vero che la moda deve evolversi e dettare i tempi, è altrettanto vero che non potrebbe farlo se non s’ispirasse un po’ al suo passato, da rimaneggiare e reinterpretare ogni volta che se ne avverte il bisogno. E così, chi ha partecipato alle sfilate ha assistito a dei veri e propri viaggi nel tempo: dai lustrini tipici degli anni Ottanta si passava con estrema disinvoltura ai tessuti tecnici tipici del ventunesimo secolo, senza che questa doppia contaminazione risultasse strana a nessuno. Ma proviamo ora ad analizzare nel dettaglio i trend più caratteristici dell’autunno-inverno 2017/2018:

 

1) Art vibe – È l’arte, in tutte le sue innumerevoli sfaccettature la principale fonte d’ispirazione per le collezioni della stagione in arrivo. Valentino attinge al mondo del design, mentre Prada e Nina Ricci rendono omaggio alle immagini commerciali tipiche degli anni Sessanta proponendo illustrazioni di silhouette e volti;

2) Asimmetria – Si tratta, probabilmente, del trend più forte del momento. Viaggia in più direzioni, nel senso che il concetto di asimmetrico è interpretato in vari modi: Lanvin resta fedele alle forme romantiche tipiche degli anni Venti, mentre Ports opta per monocolore e rigidità e Proenza Schouler sulle geometrie asimmetriche;

3) Slogan – Tornano ad essere di grande attualità i capi che trasmettono messaggi ben precisi attraverso l’utilizzo di quegli slogan particolarmente amati a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta: Versace predica i valori di unione e coraggio, Public School lancia messaggi patriottici e Prabal Gurung filosofeggia con frasi introspettive ma di grande effetto;

4) Total White – Chi ama il bianco sarà felice di sapere che nell’autunno-inverno 2017/2018 potrà finalmente tornare a vestirlo da capo a piedi: a decretare il ritorno del total white sono stati Chanel, che lo abbina ai glitter, Tibi, che gioca di contrasto sdrammatizzando il candore con calze nere e anche Lemaire, che ha però puntato sul minimalismo più estremo;

5) Pelle e Nero – Era il look preferito negli anni ’80, e Madonna lo amava alla follia. La sempre vincente accoppiata composta da pelle e total black sta tornando prepotentemente di moda grazie al provvidenziale intervento di brand come Bottega Veneta, Haider Ackermann e Acne Studio;

6) Capi morbidi e caldi – Gli stilisti, quest’anno, si sono eccezionalmente interessati anche dei capi da portare nei giorni di grande freddo. E, naturalmente, lo hanno fatto in grande stile, proponendo maglioni soffici e superstilosi caratterizzati da intrecci: splendide le proposte di Michael Kors, Agnana e Lucio Vanotti;

7) Tessuti tecnici – Sono traspiranti, confortevoli e, soprattutto, di gran tendenza. Spazio, allora, ai tessuti tecnici, da portare non solo nel tempo libero ma in qualunque occasione, grazie alle idee geniali di Paco Rabanne, Sportma e Lacoste, che propongono completi futuristici dal design very cool;

8) Swarovski – Bagliore e luccichio sono le due parole chiave dell’autunno-inverno 2017/2018, e lo dimostra il fatto che molti look presentati in passerella siano tempestati di microcristalli che brillano a più non posso: hanno puntato molto su questo trend, tra gli altri, Saint Laurent e Alexander Wang ma anche Veronique Branquinho, i cui costumi in stile pattinatrice hanno già conquistato le fashion victim;

9) Cappa – Senza ombra di dubbio è la cappa il capo cult di questa stagione. Onnipresente nelle sfilate, declinata in tantissime versioni, è scenografica ma confortevole, dunque indicata per varie occasioni d’uso: da non perdere quelle firmate Dior, Hermès e Alberta Ferretti;

10) Cappuccio – Sono lontani i tempi in cui era una prerogativa dei giovani e dello street style: il cappuccio, oggi, è un elemento funzionale e di tendenza, ma non è più quello delle felpe in stile Nineties, tutt’altro. Balenciaga lo propone in versione Foulad, Celine con risvolto in pelle;

11) Eco pelliccia – Nella sua versione ecologica, la pelliccia sarà un capo cult di questa stagione. Favolose le interpretazioni dei fashion designer: quella di Giorgio Armani è in tutte le sfumature di verde, quella di Dries Van Noten ha un effetto peluche e quella di Anya Hindmarch è in un meraviglioso blu pavone;

12) Velluto a coste – Lo stile manlike è ormai ben consolidato, al punto tale che ora i capi femminili sono stati contaminati da un’altra tendenza prettamente maschile: quella del corduroy, ovvero il velluto a coste, protagonista di molti dei pantaloni presentati in passerella, tra cui quelli di Tory Burch, Marc Jacobs e Margaret Howell;

13) Guanti – Hanno svestito i panni dell’accessorio antifreddo per trasformarsi in un elemento irrinunciabile per un look glamour: parliamo dei guanti, proposti per la prossima stagione da Altuzarra, Victoria Beckham e Diesel Black Gold, in varianti tutte da scoprire ed ammirare;

14) Stile british – Alzi la mano chi non ama l’altrimenti detto anglais style, frutto di un mix sapiente tra trench a prova di pioggia e capi tipici del mondo dell’equitazione. Uno stile per signorine bon ton che si farà apprezzare soprattutto nelle chiavi di letture date da Vivienne Westwood, Mulberry e Stella McCartney;

15) Pois – Tornano e scompaiono di continuo, ma stavolta sono ricomparsi per restare, si spera, il più a lungo possibile. Parliamo dei pois, croce e delizia degli anni Cinquanta, che hanno ispirato le collezioni di Marni, Jacquemus e Loewe e dato loro un tocco deliziosamente vintage;

16) Pvc – Sotto forma di capospalla, il pvc trasparente sarà l’elemento principale del vostro look da pioggia. A farne un materiale cult sono stati Emilio Pucci, Miu Miu e Calvin Klein;

17) Scarpe a punta – Le pointy shoulders si sono riprese la scena piano piano, giorno dopo giorno. Oggi sono le calzature più trendy e amate perché, nel loro rievocare gli anni Ottanta, sono in grado di stravolgere completamente la silhoutte. Sono dei must have quelle firmate Isabel Marant, Mugler e Chloè;

18) Rosso – Più inteso è e meglio è, ragion per cui non possedere un capo che sia rosso sarebbe un vero e proprio crimine. Come resistere, d’altro canto, a quelli proposti da Max Mara, Molly Goddard e DROMe?;

19) Satin – L’interesse verso questo tessuto è una grande novità, soprattutto perché interpretato in colorazioni pop e meravigliosamente brillanti. Da non perdere i capi in satin di Louis Vuitton, J.W. Anderson e Gucci;

20) Piumini – Largo ai piumini per proteggersi dal freddo, ma che siano soffici, mi raccomando! E, badate bene, quelli resistenti all’acqua sono out: prediligete quelli in velluto di Ferragamo o quelli in ciniglia di MISBHV.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here