SHARE

A che ora è più sano mangiare?

A volte durante la giornata capita di sentirsi stanchi o addirittura di svegliarsi già spossati, di non avere, insomma, le energie necessarie per arrivare a fine giornata in forma. Vuoi sapere come puoi migliorare il tuo benessere fisico combattendo sintomi quali pesantezza, stanchezza e difficoltà di concentrazione? Ecco alcuni piccoli consigli. Magari molti di voi non ci hanno mai pensato ma sapete quale potrebbe essere la causa di tutti questi comunissimi problemi? L’orario dei pasti! Certamente! Gli orari in cui noi consumiamo i nostri pasti non sono affatto cosa da poco e in quanto tali non possono essere trascurati. Non è solo cosa mangiamo, ma anche quando lo mangiamo ad influire sul nostro corpo. È scientificamente provato che scegliere un orario sbagliato per colazione, pranzo e cena può essere particolarmente deleterio per il nostro organismo e il nostro umore. Quindi peccato per quelli che con la puntualità non vanno particolarmente d’accordo perché è il caso di iniziare a combattere questo rapporto, almeno per i pasti, in modo da riuscire ad incidere sull’orologio biologico del nostro corpo. Purtroppo i ritmi frenetici delle nostre vite rendono a volte molto difficile fare attenzione a tutto questo ma è bene, quando possibile, prestare ascolto a questi piccoli e saggi consigli.

Partiamo dalla sveglia: Abbiamo assodato che la colazione è il pasto più importante della giornata perché serve a ripristinare l’energie consumate durante le ore di sonno e a generare quelle necessarie per affrontare la giornata. Una volta svegli è bene tenere a mente che per consumare la colazione guai ad andare oltre le 10 del mattino. In genere la colazione deve essere consumata entro due ore dalla sveglia, all’incirca tra le 7 e le 8 del mattino. Motivo? In questo arco temporale il nostro corpo produce massicce quantità di cortisolo e insulina, due ormoni che consentono la corretta ripresa delle attività del nostro organismo e rendono più semplice il consumo di calorie. Proprio per queste ragioni la mattina è consentito fare una colazione abbondante che comprenda anche i carboidrati perché sarà più facile smaltirli nel corso della giornata e soprattutto perché ci daranno l’energia per affrontare la giornata.

Passato questo step, se pensavate ora di leggere gli orari perfetti per il pranzo, avete commesso un grave errore! Mai saltare gli spuntini. Il nostro organismo ha bisogno di essere tenuto in allenamento dunque a circa tre ore di distanza dalla colazione (e il pomeriggio dal pranzo) concedetevi uno spuntino per spezzare la fame. Vi aiuterà da una parte ad accelerare il metabolismo e dunque a tenervi in forma e dall’altra ad arrivare a pranzo e consumare un normale pasto, senza mangiare anche i tavoli.
Bene ora sì che possiamo passare al pranzo: Vero le vite frenetiche impediscono a volte di essere puntuali nell’orario in cui sedersi a tavola ma se un minimo vogliamo bene a noi stessi è una buona abitudine che è il caso di iniziare a rispettare. Gli esperti consigliando di sedersi a tavola ad ora di pranzo tra le 12 e le 13. In questo lasso di tempo gli ormoni che giocano a nostro favore sono quelli tiroidei che registrano generalmente un picco massimo consentendo al nostro organismo di bruciare tantissimo. Non a caso nella maggior parte dei piani alimentari a pranzo sono previsti primi piatti e/o pane. Mai e poi mai andare oltre le 15. Soprattutto se si intende consumare un pasto particolarmente calorico. La ragione di questo divieto è che dopo quest’ora il processo digestivo fatica ad attivarsi con due effetti collaterali il primo di ingrassare il secondo di sentirsi appesantiti nel destreggiarsi tra i tanti impegni che ci porteranno a fine giornata.

L’orario ideale per la cena? Dalle 19 alle 20. Tardare troppo nel cenare è una terribile abitudine che se avete è il caso di provare e riuscire a modificare. Durante le ore serali il nostro corpo produce l’ormone della crescita che, a digiuno, durante la notte permette la riattivazione dei tessuti per riportare energia al nostro corpo e permetterci l’indomani di affrontare un nuovo giorno con la carica giusta. Ecco perché si consiglia di non tardare con la cena e in ogni caso di non esagerare con la quantità di calorie da assumere. Avete mai sentito il detto che parla di colazione da re, pranzo da principe e cena da barbone? Ecco questo antico proverbio deve essere la logica che si cela dietro i vostri pasti! Forse non lo immaginate ma quando consumate la cena oltre le 22, come nel caso del pranzo, non solo rischiate di aumentare il vostro peso ma ancor peggio potreste incorrere in altri problemi quali insonnia ed incubi.
Ora che abbiamo capito quanto è importante fare attenzione all’orologio quando si parla di pasti impariamo le buone abitudini e facciamo attenzione all’orologio!

1 COMMENT

  1. Bell’articolo davvero 🙂
    Tendo a mangiare spessissimo intorno alle 19 per questioni lavorative e la fame dopo le 22 non è normale! La logica della piramide dei pasti funziona davvero comunque, noto subito la differenza in termini di gonfiore tra un giorno in cui oltre un certo orario non mangio e uno in cui finisco a fare spuntini serali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here