SHARE

Sapevate che l’ombelico è fonte di batteri? A dimostrarlo è uno studio recente che ha permesso di accertare che è importante tenere pulita questa zona del corpo per evitare eventuali infezioni. Spesso, infatti, ci si dimentica di appurare che non vi sia sporcizia perché lo teniamo in poca considerazione. Vediamo quindi come pulire l’ombelico!

Pulire delicatamente con il cotton fioc

Sicuramente poco facile da pulire, l’ombelico è una zona del corpo in cui si annidano numerosi batteri e funghi, alcuni dei quali sono anche dannosi e possono portare delle conseguenze non piacevoli. Per fortuna, però, la maggior parte di essi fungono da barriera per gli agenti patogeni che si posano sul nostro corpo e in un primo momento li combattono. In ogni caso, a venire in nostro aiuto è l’acqua che scorre durante la doccia o il bagno e che favorisce l’eliminazione di questi fastidiosi batteri. In genere l’acqua manda via i batteri pericolosi e quindi non ci dovrebbe essere bisogno di pulire ulteriormente l’ombelico, poiché i batteri rimasti sono quelli che servono al nostro organismo per combattere gli agenti patogeni.
Tuttavia, questo zona del corpo va mantenuta pulita e quindi bisogna lavarla con cura. Per cominciare, prendete un cotton fioc e immergetelo in una sostanza come alcol, acqua ossigenata oppure un detergente fluido come l’olio per bambini. Bagnare la punta del cotton fioc con una delle tre soluzioni e passarlo con molta delicatezza nell’area circostante l’ombelico. Evitare di pressare il bastoncino perché la pelle potrebbe arrossarsi e procedere quasi dentro l’ombelico passandolo sempre con leggerezza.

Asciugare per bene l’ombelico

Nel caso vi accorgete che il cotton fioc è diventato molto sporco gettatelo e prendetene un altro, passatelo ancora una volta nella soluzione e ripetete il procedimento. Alla fine, prendete un altro bastoncino cotonato ma stavolta non immergetelo nella soluzione, ma con il cotton fioc asciutto togliete il prodotto che avete utilizzato in modo che l’interno dell’ombelico sia perfettamente asciutto. Terminata anche questa operazione, prendete della crema antibatterica e spalmatela lentamente nella zona circostante eseguendo dei movimenti circolari dall’esterno all’interno dell’ombelico, poi togliete anche questa crema con il cotton fioc e ripulitela nuovamente. L’ombelico va curato maggiormente se avete un piercing e non togliete mai l’oggetto quando dovete pulirlo, ma usate una soluzione di acqua e sale per prevenire le infezioni, ma sale marino e non iodato, perché quest’ultimo non agisce nel caso siano in corso infezioni.

Fonte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here