SHARE

Al giorno d’oggi esistono numerosi sistemi che ci permettono di poter spiare e controllare spostamenti, chat e attività di cellulari altrui.

È il sogno di ogni partner e coniuge: poter intercettare i movimenti e le attività del cellulare del proprio partner.

Questa tipologia di operazione sconfina i limiti della legalità, a tal proposito è altamente sconsigliata la violazione della privacy altrui, ma ciò non significa che non possa essere messa in atto…

Se sospetti che il tuo partner ti stia nascondendo qualcosa, questo articolo ti aiuterà a capire quali sono le modalità ed i mezzi che potrai sfruttare per scoprire i suoi segreti, senza che lui/lei se ne accorga in alcun modo!

Come spiare WhatsApp

La tecnologia moderna, con i suoi continui e rapidi sviluppi, consente di controllare a distanza le conversazioni e i movimenti che una persona effettua durante la giornata.

Il metodo più diretto, ma anche più rischioso, sarebbe quello di prendere il telefono della persona in questione e leggere direttamente dal cellulare ciò che viene scritto nelle altre chat presenti sul dispositivo.

Come immaginerete, questa opzione è spesso irrealizzabile: le persone difficilmente si separano dal proprio smartphone. Anche se doveste trovare il cellulare incostudito, sicuramente, trovereste codici e pin di protezione che ne vietino l’accesso.

Sarà indispensabile riuscire a spiare Whatsapp senza avere fisicamente il telefono della “vittima” di questa violazione. 

Per questo motivo, sono state sviluppate diverse app, che permettono di accedere alle conversazioni di altre persone e cellulari, a distanza ed utilizzando il proprio smartphone.

Di seguito elenchiamo le migliori app che permettono di spiare WhatsApp a distanza:

1. mSpy

Questa è sicuramente la migliore applicazione in circolazione per questo tipo di scopo.

Si tratta di un’applicazione che consente di controllare le conversazioni di WhatsApp gratuitamente, con il semplice accesso alle informazioni dal pannello di controllo e di monitorare WhatsApp sia su dispositivi iOS, che Android.

Inizialmente pensata per il parental control, quindi con l’intento di fornire ai genitori un tool per monitorare l’utilizzo del cellulare da parte dei figli, permette anche di spiare Whatsapp di un altro numero, l’app offre numerose funzionalità come ad esempio: la geolocalizzazione del dispositivo selezionato, l’accesso ai messaggi di testo e ai file multimediali oltre che la registrazione di tutti i tasti premuti (keylogger).

MySpy è disponibile in prova gratuita per 7 giorni, mentre l’abbonamento al servizio ha un costo che va dai 26,99 € al mese fino ad arrivare ai 316,97 € per un abbonamento “Famiglia” per 6 mesi.

2. WhatsAgent

A differenza di mSpy, che, come abbiamo visto, permette di visualizzare non solo le attività del cellulare target, ma anche i reali contenuti delle chat, WhatsAgent si limita alla visualizzazione della durata delle permanenze online della persona “controllata”, l’ultimo spegnimento del dispositivo mobile ed il numero di disconnessioni. L’app fornisce, inoltre, l’opzione di notifica non appena la persona tornerà online.

Sicuramente si tratta di un tipo di controllo diverso: con WhatsAgent potrete controllare la veridicità di ciò che vi viene comunicato dalla persona in questione riguardo alle attività di connessione, un servizio inferiore, ma non meno importante.

3. Spiare con WhatsappWeb

Le applicazioni non sono l’unico modo per spiare WhatsApp gratuitamente e da remoto, un’altra soluzione è l’utilizzo di WhatsApp Web.

Questa opzione permette di avere completo accesso a tutte le chat di Whatsapp in tempo reale.

Si potrebbe pensare che sia necessario connettersi da PC per poter sfruttare Whatsapp Web, ma non è così: infatti, su Android, potrete cercare con Google Chrome il termine “WhatsappWeb” in modalità Desktop (disponibile cliccando sui tre puntini in basso e scegliendo la voce Modalità Desktop).

Subito dopo occorrerà aprire il link ed attendere il momento giusto per avere accesso al telefono della vittima per avviare WhatsApp e attivare WhatsApp Web con la scansione del QR Code con il proprio cellulare.

Una volta fatte queste operazioni, sarà possibile avere libero accesso ai contenuti di Whatsapp della persona interessate.

Attenzione! Sarà fondamentare ricordarsi di selezionare la casella “Mantieni la sessione attiva” prima di scansionare il QR Code; in questo modo potrete connettervi ogni volta che volete senza dover mai ripetere la procedura.

Inoltre, Whatsapp e WhatsappWeb funzionano simultaneamente anche se non connessi alla medesima rete Wi-Fi, ciò significa che non sarà necessario che voi e la vittima siate collegati alla stessa rete internet per poter avere accesso alle conversazioni.

Tuttavia, sebbene questa possa sembrare una delle migliori soluzioni (anche perché totalmente gratuita), ha i suoi rischi e pericoli :

– Il proprietario del telefono può molto facilmente notare la presenza di una connessione attiva con WhatsApp Web nelle impostazioni e scollegare immediatamente il dispositivo intruso.

– Il proprietario del telefono può ricevere notifiche quando effettui l’accesso su WhatsappWeb. Questo potrebbe portare alla scoperta dell’operazione che stai conducendo.

– La connessione può saltare se il telefono si allontana troppo dalla zona in cui ti trovi tu collegato a WhatsappWeb.

Come spiare un cellulare con i log

Come abbiamo precedentemente detto ci sono varie modalità utilizzabili per poter spiare i contenuti di altri dispositivi.

Queste operazioni rientrano in attività non totalmente legali, perciò vi consigliamo di prestare molta attenzione se siete intenzionati a proseguire con questo tipo di metodo per conoscere i segreti del vostro partner!

Come visualizzare i file Log? 

Un log è la registrazione cronologica delle operazioni effettuate da un sistema informatico, in questo caso, di uno smartphone.

Le procedure di logging sono le attività attraverso cui un sistema operativo o un’applicazione registrano gli eventi che avvengono tramite l’utilizzo di un dispositivo informatico e li memorizzano. Queste registrazioni sono chiamate, per l’appunto, file di log.

Su di un dispositivo Android, è possibile reperire i file Log aprendo Android Studio, cliccando su Logcat (scegli “Nessun filtro” nella barra in alto a destra). Vedrai la raccolta dei registri del dispositivo Android, e quindi tutte quelle operazioni e logging che il dispositivo Android ha effettuato prima di questo momento.

Per i dispositivi iOS puoi collegare il dispositivo iOS al computer con un cavo USB, andare in Finestra > Dispositivi e seleziona il tuo dispositivo nell’elenco. Fare clic sul triangolo ‘SU’ in basso a sinistra del pannello di destra. Tutti i registri e le memorizzazioni relative alle app presenti sul dispositivo verranno visualizzate qui.

In questo modo potrete avere accesso immediato alle operazioni ed attività effettuate dai cellulari delle persone interessate. 

Un modo veloce ed efficace per poter spiare i vostri partner/coniugi/amici o per leggere le conversazione di figli adolescenti sui quali si vorrebbe avere un maggiore controllo!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here